Caccia di Primavera – 4 maggio 2014

La Caccia di Primavera è l’evento per lupetti scout che si svolge nel corso dell’anno scout. La caccia di Primavera accoglie i lupetti di tutta la propria zona di appartenenza. La giornata è scandita da giochi a tema che coinvolgono tutti i bambini presenti. Di seguito vi proponiamo il racconto della caccia di Primavera della zona di Scorze, scritto da Rebecca per una sua preda di lupo della rupe.

Il 4 maggio 2014 noi lupetti del branco “Perfetta Letizia” ci siamo riuniti dalla sede scout alle ore 7:45. Dei genitori ci hanno quindi accompagnato a Salzano, al parco del Brolo, dove abbiamo trascorso la Caccia di Primavera con lupetti degli altri branchi della zona di Scorzè.

Arrivati al parco, i capi sestiglia sono andati a registrarsi: eravamo divisi in vari gruppi: bagno doccia , bagno sapone, bagno spazzolino, bagno dentifricio, camera lampada , camera letto, salotto tappeto, cucina mestolo ecc…

Dopo la Santa Messa sono venuti a trovarci Mario Bros, dei personaggi di Toy Story, come Woody, Buzz Lightyear e Mr. Potato e poi c’era anche il perfido Sid, che voleva distruggere tutte quelle celebrità perché troppo impegnato a giocare con i suoi video game, piuttosto che con altri giochi o giocattoli più semplici e creativi.

Al termine di questa scenetta siamo andati nel nostra rispettiva squadra dove abbiamo potuto conoscere nuove sestiglie, e i nostri nuovi capi (solo per quella giornata). Tutti insieme abbiamo inventato un urlo e dopo averlo presentato agli altri gruppi sono iniziati i giochi.
• Il terreno del primo gioco era delimitato un grande cerchio fatto con il nastro, con al suo interno un altro piccolo cerchio con degli scatoloni. C’erano due squadre: una fuori da tutti e due i cerchi e l’altra dentro al cerchio grande. Gli attaccanti (quelli fuori) dovevano lanciare delle palline di carta dentro gli scatoloni senza superare il limite della striscia. I difensori (quelli dentro) dovevano cercare di prendere le palle in modo che non andassero dentro gli scatoloni e ributtarle fuori. Chi vinceva otteneva un pezzo di un puzzle.
• Il secondo gioco era una staffetta dove ci si sfidava con le altre sestiglie. Sulla prima parte del percorso i giocatori avevano sui piedi un nastro e dovevano fare dei saltini fino a un palo. Sul secondo pezzo c’erano due “mattonelle” di legno e i giocatori dovevano buttarne una davanti all’altra e dovevano camminarci sopra, prendere la mattonella dietro e metterla davanti andandoci sopra, e così via. Sul terzo pezzo bisognava strisciare da un palo all’altro, fare dei saltelli su un piede, fare lo slalom e con delle palline fare canestro.
• Nel terzo gioco, Bonsai, il cavallo di Woody, impazziva e bisognava calmarlo. Il gioco (diviso in sestiglie) consisteva in una staffetta per riempire una cassetta con della paglia (palline di carta). Dopo aver riempito tutta la cassetta lo scopo era quello di cercare di far ridere Bonsai con un bans, una barzelletta o un colmo.

Alle 12:15 siamo andati nel parco dove c’era un immenso spazio verde e dove abbiamo pranzato. Subito ci siamo rialzati e abbiamo iniziato a correre e a giocare liberamente. Dopo mezzoretta abbondante siamo tornati nella zona giochi e ci hanno proposto di ballare e cantare una canzone. Quindi sono rientrati in scena Mario e Sid. Mario gli ha spiegato che per giocare non servono la Wii e la Playstation, ma serve semplicemente fantasia.

Ci hanno quindi proposto un bellissimo grande gioco finale: divisi per gruppi bisognava riempire con acqua più bottiglie possibili utilizzando un bicchiere bucato. Ogni volta che una bottiglia si riempiva, ci veniva consegnata una pezza che serviva per aggiustare il pallone di Sid. Al termine del gioco Sid ha fatto ritornare Mario nel gioco e ha consegnato, come regalo della Caccia di Primavera trascorsa, dei bicchieri di plastica con la scritta “oltre lo schermo… verso l’infinito”, Caccia di Primavera – Salzano.
Akela e Fratel Bigio ci hanno distribuito i bicchieri. Siamo quindi tornati a casa felici per la bellissima giornata trascorsa assieme, che ci ha permesso di conoscere nuove persone e vivere la gioia dell’essere uniti.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>