Campetto di specialità Campeggiatore Hi-Tech 2011

Sabato 11 giugno l’acquazzone più intenso deli ultimi mesi ha accolto “benevolo” 20 ragazzi temerari, giunti a Istrana da ogni parte del Veneto per partecipare al campetto di specialità di “Campeggiatore Hi-Tech”.

Il ritrovo era fissato davanti a Villa Lattes ma, vista la pioggia incessante, ci siamo ritrovati direttamente presso la sede degli alpini, dove si sarebbe svolto il campetto. Dopo l’iscrizione, qualche bans, un giochetto per imparare i nomi e la divisione in squadriglie, è arrivato Marty MacFly strimpellando la sua chitarra elettrica e chiedendo se avessimo visto Doc! Ma Doc chi?…Poi la pioggia è cessata definitivamente e al fischio dei capi le quattro squadriglie di formazione (tarme, giaguari, albatros e sparvieri) si sono ritrovate in quadrato davanti all’alzabandiera, per l’apertura ufficiale dell’evento.

Il pomeriggio del sabato ci ha visto impegnati nella costruzione dei ripari di fortuna per la notte e dei tavoli di squadriglia. Dopodiché abbiamo preparato i bastoncini per la trappeur e acceso i fuochi. La SS Messa delle 19 ha interrotto le nostre attività, ma solo temporaneamente. Infatti, appena tornati, abbiamo iniziato a cuocere alla trappeur, ovvero sulle braci del fuoco, alla maniera dei pionieri. Salsiccia, wurstel, petto di pollo, patate al cartoccio con e senza l’uovo, trota e perfino pane è tutto ciò che abbiamo cotto con pazienza e mangiato di gusto fin quasi le dieci di sera! Poi tutti a nanna? Macché! E’ arrivato Doc dal futuro e ci ha presentato l’oggetto più geniale che abbia mai inventato: il fornello a flusso gassificatore. Ma non ha fatto in tempo a spiegarci bene il suo funzionamento, perché sono arrivati i terroristi che volevano sottrargli il segreto del flusso gassificatore, così è scappato insieme al suo assistente. I terroristi ci hanno poi “torturato” con giochi e sfide per carpire da noi il segreto, fino alla fine del fuoco.

La notte è passata tranquilla tra i versi degli animali notturni, i ragni, l’umidità, il freddo della mattina, la luce dell’alba. Ma ce l’abbiamo fatta! Abbiamo dormito comodamente nei nostri ripari di fortuna.

Tutta la mattina della domenica è stata dedicata alla costruzione dei fornelli a flusso gassificatore, uno a testa, attraverso tre diverse fasi di preparazione e montaggio dei pezzi. Nella quarta postazione Davide, nostro maestro di specialità, ci ha insegnato a preparare il fornelletto ad alcol, i fiammiferi water-proof e l’accendifuoco istantaneo.

Il pranzo ha messo alla prova i nostri nuovi fornelli, infatti con essi abbiamo cucinato la pasta con la panna e il prosciutto. Abbiamo potuto così imparare ad usarli e abbiamo constatato che con una sola manciata di pellet o legna spezzettata l’acqua arriva ad ebollizione in soli 5 minuti!

Dopo il pranzo e la verifica dell’evento insieme ai capi abbiamo concluso il campetto in quadrato davanti all’alzabandiera. E’ tornato Doc, ma dal passato, e noi gli abbiamo trasmesso l’idea del flusso gassificatore. Poi i capi ci hanno consegnato un libretto, l’attestato di partecipazione e la spilletta dei campetti di specialità, prima dei saluti finali e della partenza per tornare a casa.

Nella galleria fotograficia trovi anche le foto del campetto.

Ringraziamo: Simone e la sua squadriglia (Cobra) per averci costruito un perfetto alzabandiera, i due maestri di specialità Davide e Roberto per il prezioso contributo e l’esempio agli E/G più giovani, Tiziano e  gli alpini di Istrana tutti per averci ospitato nella loro attrezzatissima sede, il comune di Istrana che ci ha messo a disposizione il boschetto e il prato retrostante, Angelo e Don Siro che ci hanno tagliato l’erba, Bepi che ha preparato i pezzi del fornello, Diego, Stefano, Pierpa, Anita, Marta e Alessio e tutta la staff E/G: Elisa, Giulia, Matteo, Damiano, Enrico e Martino.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>