Ricordi del passato – Campo estivo di reparto 2005

Mentre il Clan saliva al campo con un giorno di anticipo per costruire la doppia tenda capi, a casa i ragazzi del reparto probabilmente pensavano ancora se avevano messo tutto nello zaino… Intanto si sperimentavamo nuove tecniche per tirar su il quadro svedese.

Il giorno successivo tutti a lavorare (o quasi), sperando di ritrovare il proprio materiale in mezzo alla montagna di roba portata dai camion.

Alla fine del pomeriggio, anche grazie alla solita mano di qualche genitore e un paio di Albatross ancora nei paraggi il risultato era questo, più di una sopraelevata era già finita…

Il secondo giorno mentre ogni Sq. si occupava di tirar su le cucine e magari un tavolo, c’era già chi pensava all’alzabandiera… L’inventiva era di casa. Alla fine ovviamente erano tutti soddisfatti del loro lavoro… forse più di tutti i Cobra, dato che puntualmente ogni mattina sfruttavano la comodità del loro nido, con minuti in più di sonno, quando gli altri erano già schierati per un po’ di ginnastica.

Una volta che anche la centrale dell’angolo capi era operativa, si poteva finalmente gustare l’operato dei cambusieri (il tavolo non era proprio pronto ma i capi non sono in ballo per pioneristica). Un grazie a Marina, Federica, Gabriele, Silvia, Pierpaolo.

Un tizio mascherato di rosso, vagamente assomigliante a Diego, intanto cominciava ad aggirarsi al campo raccontando strane storie sul passato e un altro diceva di essere un Dio dell’Olimpo ma per fortuna era solo l’ambientazione del campo: l’antica Grecia! Niente di meglio che un’Olimpiade e qualche scampagnata per vedere chi potrà sfidare gli dei con la forza… o catturarli con il palato!

Famiglie affamate si aggirano nel nostro campo, desiderose di conoscere il ristorantino dove il cibo è una delizia: sarà riuscito Tony a portare alla consorte incinta un boccone? Comunque Cobra e Pantere vincono gara di cucina…

C’è invece chi prepara il campo per renderlo presentabile ai genitori in visita… quanti nodi fatti su quel portale!
Dopo aver tanto lavorato perchè non rilassarsi con un bagno rinfrescante? Sapone, acqua, gavettoni e Liquidator a manetta…

Tante attività, tanto divertimento, tante amicizie, tanti ricordi…

E quando è ora di toglier i picchetti si è un po’ tristi ma contenti per tutto quello che abbiamo trascorso, dato e ricevuto… e così si possono versare tante lacrime di gioia!

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>